Anaao, bene il modello veneto per il personale sanitario

Sindacato | Redazione DottNet | 25/01/2017 13:52

Per il sindacato dev'essere di esempio per ministero e altre Regioni

Per far fronte al fabbisogno di personale medico e sanitario, il sindacato dei medici dirigenti Aanaao-Assomed promuove il "modello veneto", che dice ''no alla catena di montaggio in sanità".


    "Dopo aver bocciato il sistema di calcolo importato dall'industria manifatturiera per valutare il fabbisogno di medici del Ssn, anche per far fronte all'obbligo di rispettare l'orario di lavoro europeo, l'Anaao - si sottolinea in una nota - promuove il 'modello Veneto', adottato con delibera della Giunta Regionale del 31 dicembre 2016, fondato su una diversa, e condivisa, ipotesi metodologica". Il modello adottato dal Veneto, spiega l'Anaao, "si basa sull'individuazione di standard minimi di sicurezza, adeguati e specifici per ogni disciplina specialistica, correlati al ruolo di ciascun ospedale nella rete ospedaliera ed ai bacini di utenza. Invece, la Commissione mista Regioni-Ministero della Salute parte dalla definizione a priori di tempi medi di esecuzione delle prestazioni sanitarie, calcolati in rapporto alla valutazione teorica della complessità con criteri solamente di indicatori economici".


    "Ci auguriamo - conclude il sindacato medico - che l'intesa raggiunta tra Regione Veneto ed organizzazioni sindacali dei professionisti sia di esempio per il Ministero della Salute e le altre Regioni, al fine anche di evitare situazioni esecrabili, quali quelle che da tempo caratterizzano molti Pronto Soccorso italiani".

 

fonte: anaao

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News