Incontro Lorenzin-sindacati: rischio taglio delle assunzioni

Sindacato | Redazione DottNet | 31/01/2017 20:38

Per Cozza (Cgil) il ridimensionamento è reale. Troise, il Veneto come esempio. Cassi: calcolare i reali fabbisogni

C'è il "rischio di un drastico taglio delle assunzioni previste sulla base dei fabbisogni di personale medico-sanitario presentati dalle singole Regioni". Lo afferma il segretario della Fp-Cgil Medici, Massimo Cozza, al termine dell'incontro svoltosi tra i sindacati medici ed il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, proprio sui fabbisogni di personale. "Le Regioni, come era previsto - ha spiegato Cozza - hanno presentato al ministero della Salute il fabbisogno di personale medico-sanitario per il territorio. A questo punto, il ministero dell'Economia ha dato mandato ad una commissione, già al lavoro per definire le reti assistenziali, di dare una valutazione rispetto a fabbisogni presentati, ma la commissione sta usando una metodologia discutibile, basata solo su calcoli economici e senza valutare parametri come la complessità clinica o altri fattori".

Tuttavia ci sarà il coinvolgimento dei sindacati nelle decisioni sul metodo da adottare per quantificare il fabbisogno di personale sanitario, per poter dare seguito a quanto previsto dalla legge di Stabilità 2016 (i cui termini sono stati in ogni caso prorogati dal Milleproroghe) che aveva previsto nuove assunzioni per far fronte alle eventuali carenze di personale a seguito dell'entrata in vigore dell'orario di lavoro europeo.

Ma Cozza prosegue: "la commissione ha tagliato le stime delle Regioni, con una drastica riduzione delle possibilità di assunzione". Ora sarà dunque avviato "un tavolo tecnico sindacati-ministero della Salute - ha chiarito - per rivedere tale metodologia di valutazione, per correggerla in corso d'opera". I criteri utilizzati dalla commissione, conclude Cozza, "sono infatti per noi inaccettabili, perchè i medici non sono robot che eseguono lavoro ripetitivo e bisogna valutare vari parametri; vanno quindi subito rivisti i criteri, consentendo le assunzioni che erano previste entro dicembre 2016"

"Abbiamo concordato il coinvolgimento dei sindacati nella discussione del tavolo tecnico Ministero Regioni in merito alla definizione del fabbisogno di personale sanitario come previsto peraltro dall'articolo 22 del Patto per la salute sul quale avevamo già raggiunto un'intesa ・ ha spiegato il segretario nazionale dell・Anaao Assomed, Costantino Troise  - in particolare abbiamo criticato la metodica che sembra stia utilizzando il tavolo, e che il Mef ha opposto a Lazio e Sicilia per respingere le loro valutazioni su come definire la necessità di personale, basata sulla misurazione del tempo medio di produzione delle attività sanitarie. Una metodica che non accettiamo. E il Ministro ha concordato con noi. Abbiamo presentato quindi le nostre osservazioni facendo presente che ci sono altri metodi che si possono adottare come quello della delibera regionale del Veneto emanata alla fine del mese di dicembre. A breve definiremo un nuovo incontro tecnico al Ministero sulla definizione metodologica del percorso da raggiungere senza bloccare le necessità delle Regioni ma senza subire delle forzature inappropriate".

Un metodo complesso quello adottato dal Veneto, ha precisato  Riccardo Cassi, segretario nazionale della Cimo che parte dall'analisi dei flussi ospedalieri e delle attività ospedaliere correlato all'orario contrattuale dei medici e che ha incassato il consenso dei sindacati regionali. Quindi da prendere in considerazione. "Il Ministro ha aperto ai sindacati sulla questione del fabbisogno ・ ha detto Cassi ・ seguirà, ci auguriamo a breve, un incontro più tecnico nel quale ci verrà presentato una formula sulla quale ragionare insieme. Se le Regioni non si decideranno a riorganizzare la rete ospedaliera sarà difficile stabilire quale modello regionale può essere utile per decifrare il reale fabbisogno del Ssn. importante che le Regioni facciano la loro parte applicando le leggi a partire dal Dm 70・.

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News