Catania: provincia acquista macchinario prevenzione cecità

Redazione DottNet | 28/01/2009 10:39

glaucoma retina tac

L'Amministrazione provinciale di Catania del Presidente Giuseppe Castiglione, ha affrontato un costo di circa 90.000 euro per mettere a disposizione di migliaia di cittadini uno strumento di ultimissima generazione che permetterà la Tomografia Ottica Computerizzata, uno studio morfologico e funzionale della retina ed, in particolare, della macula, consentendo di prevenire in tempo tutte le patologie della stessa.

«Un segnale di attenzione verso le persone non vedenti ed ipovedenti - ha dichiarato Castiglione - e, nel contempo, un utilissimo strumento di lavoro per l'ambulatorio dell'Unione Italiana Ciechi. Nella nostra provincia si evidenzia, purtroppo, un forte incremento di soggetti con problemi alla vista - ha spiegato - dovuti a fattori come l'ipertensione non curata, patologie oculari come la retinite pigmentosa, il glaucoma, la degenerazione maculare, la cataratta congenita ecc. Uno dei nostri obiettivi - ha aggiunto Castiglione – è quello di promuovere ed attuare iniziative per la prevenzione della cecità, per il recupero visivo e per la riabilitazione funzionale e sociale dei ciechi e degli ipovedenti». «Sono oltre 4.200 gli iscritti all'Unione italiana ciechi nella sola provincia di Catania e 90.000 gli ipovedenti - ha dichiarato il Cav. Antonino Gemmellaro, presidente provinciale Uic -. E' encomiabile il lavoro dell'Amministrazione Castiglione per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla drammaticità del problema. La concretezza dimostrata dal Presidente è la testimonianza viva che l'handicap può essere vinto con le armi della solidarietà e dell'altruismo, ma soprattutto attraverso un'efficiente e tangibile azione amministrativa». La Tomografia Ottica Computerizzata non è altro che una Tac della retina che non si avvale del consueto impiego di radiazioni o mezzo di contrasto bensì di un fascio laser che esegue scansioni della retina e ne rappresenta una o più sezioni.