Concorso farmacie, la Campania va al primo interpello

Farmacia | Redazione DottNet | 08/02/2017 17:25

Si tratta però del concorso ordinario 2009 e non dello straordinario 2012

La Campania va al primo interpello: ma si tratta però del concorso ordinario del 2009 e non lo straordinario del 2012. Sono 78 le sedi da assegnare pescando tra una graduatoria di 700 titolari. Il concorso 2009 dopo otto anni vede, dunque, approvare l'elenco dei vincitori: «l’interpello - si legge nel provvedimento approvato il 3 febbraio scorso e pubblicato  sul Bollettino ufficiale della Regione - avviene mediante lettera di invito spedita a mezzo Pec a ciascun candidato». Questi ultimi «sono tenuti a rispondere entro il quinto giorno, sempre via Pec», utilizzando il fac simile allegato e indicando, «in ordine di preferenza, le sedi prescelte». Sulla base delle scelte, gli uffici regionali procederanno alle assegnazioni nel rispetto della graduatoria, dopo di che il vincitore avrà trenta giorni di tempo per accettare e un anno per aprire.

L’interpello verrà tuttavia effettuato «sub judice» in considerazione dei numerosi ricorsi ancora all’esame della giustizia amministrativa, che potrebbero comportare cambiamenti nella graduatoria. Tra questi, i due ricorsi straordinari e le nove diffide verso quella parte bando di concorso che escludeva il superamento del punteggio massimo complessivo per l’attività professionale in caso di maggiorazione a favore dei farmacisti rurali. «Finalmente si intravede la luce in fondo al tunnel del concorso ordinario campano» commenta il presidente di Federfarma regionale, Nicola Stabile «va dato atto all’attuale amministrazione di avere rimesso in moto la procedura grazie a un significativo intervento decisionale. I tempi del concorso si erano ormai dilatati oltre ogni logica».

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News