Campania, le farmacie diventeranno centri di prima assistenza

Farmacia | Redazione DottNet | 14/02/2017 13:55

L'annuncio arriva da De Luca nel corso dell'assemblea dell'Ordine dei farmacisti di Salerno

Le farmacie campane potrebbero diventare punti di prima assistenza sul territorio. E’ l’idea lanciata dal presidente della Regione, Vincenzo De Luca, nel corso dell’incontro organizzato sabato a Salerno dall’Ordine provinciale dei farmacisti. Tema portante dell’appuntamento la ripartenza del concorso ordinario del 2009, che porterà all’apertura di 78 farmacie in tutta la Campania e di 12 nella sola provincia di Salerno. «Si tratta di una vicenda che sblocchiamo dopo anni di palude burocratica» ha detto al riguardo De Luca «queste lungaggini sono una cosa indegna per un Paese civile. Sbloccare le assegnazioni era un punto qualificante del nostro programma, perché significano centinaia di posti di lavoro, con giovani laureati che possono così trovare un'occasione di impegno. Siamo davvero soddisfatti».

A questa ottantina di nuove sedi, ha poi ricordato De Luca, si aggiungono le duecento del concorso straordinario: «Parliamo di trecento farmacie, che sono un patrimonio di servizi e assistenza». E proprio per questo, ha continuato De Luca, in Regione c’è l’idea di «riqualificarne le funzioni per non avere soltanto farmacie, ma per fare in modo che queste ultime diventino punti di prima assistenza per i nostri concittadini». Le parole del governatore sono state accolte con favore da Federfarma: «E’ un’apertura importante» commenta a Filodiretto il presidente del sindacato titolari di Salerno, Dario Pandolfi «De Luca non è entrato nel dettaglio ma la nostra lettura è che il riferimento sia alla farmacia dei servizi, che in Campania deve ancora decollare veramente».

 

 

fonte: federfarma

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News