Nomine chiare per manager e primari

Medicina Generale | Redazione DottNet | 28/01/2009 18:47

Regole nuove e trasparenti per la nomina di manager e primari delle Aziende sanitarie e l'istituzione di un Collegio di direzione che affianchi i manager nelle decisioni: sono alcuni dei punti principali del disegno di legge sul governo clinico, giunto ormai ''abbastanza avanti'' nella fase di discussione nella Commissione Affari sociali della Camera.

 ''Abbiamo finito le audizioni, speriamo di arriva in aula al più presto'', ha detto a Roma il presidente della Commissione, Giuseppe Palumbo. ''L'obiettivo - ha aggiunto - è dare regola per le nomine dei manager e direttori sanitari, che attualmente avvengono con il solo criterio dell'appartenenza politica''. Tra i nuovi criteri Palumbo ha indicato, oltre a un elenco di titoli, almeno cinque anni di esperienza e l'aver seguito un corso di management in campo ospedaliero. Sulla base di questi requisiti, i candidati dovranno essere selezionati ''da un'agenzia terza''. Nuove regole anche per i primari, ''ora scelti con un metodo sbagliato'': i manager dovranno selezionarli, giustificando la loro scelta, sulla base di una graduatoria con una terna, stilata da una commissione composta da medici di altri ospedali e dal direttore sanitario dell'Azienda ospedaliera. Altre novità, ha detto ancora Palumbo, riguardano la medicina difensiva, con una copertura assicurativa aziendale obbligatoria, e inoltre l'istituzione di un Collegio di direzione, un organo aziendale che dovrà dare il parere (''di fatto vincolante'') sugli atti medici e coadiuvare in questo modo il manager.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato