Sicurezza delle cure: “Bene approvazione, ora mettiamola in pratica"

Professione | FNOMCeO | 02/03/2017 10:45

È stata approvata ieri sera in via definitiva alla Camera, con un vero scatto finale, la Proposta di Legge “Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie”.

Mi piace questo mettere in prima linea la sicurezza delle cure e della persona assistita – commenta il Presidente della Fnomceo, Roberta Chersevani - : sin dagli articoli iniziali, vengono chiaramente identificati i percorsi di risk management che possono sicuramente portare a una riduzione di eventi avversi e di errori”.

“Confido in una maggiore serenità dei medici e dei professionisti sanitari nell’esecuzione dei loro compiti – continua -   e credo che anche il paziente possa essere rasserenato dalla protezione che questa Legge gli offre”.

L’obbligo di assicurazione – aggiunge ancora Chersevani –, che riguarda sia le strutture che i professionisti, passa attraverso a una chiara individuazione di classi di rischio, a cui corrispondono massimali differenziati, e all’istituzione del fondo rischi, a tutela verso eventuali inadempienze. Il tutto in un contesto di grande trasparenza”.

Ringrazio i due colleghi relatori, l’on. Federico Gelli e il sen. Amedeo Bianco, le Commissioni Parlamentari, i membri del Parlamento, il Ministro della Salute e tutti coloro che hanno sostenuto questo percorso – conclude -. Ora restano da portare a casa in tempo utile i decreti attuativi previsti. Si auspica che la reiterata clausola “senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica” non sia di impedimento per la corretta applicazione”.    

 

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News