Responsabilità medica: De Biasi, frutto di confronto tra le parti

Professione | Redazione DottNet | 03/03/2017 13:46

Si punta a riequilibrare il sistema delle assicurazioni

 "E' un risultato straordinario, non solo per i contenuti normativi, ma perché frutto di un lavoro di confronto dentro e fuori le istituzioni, per il quale abbiamo lavorato tutti anteponendo gli interessi generali a quelli di parte, facendo quello che io ritengo possa chiamarsi buona politica". Così Emilia Grazia De Biasi, presidente della Commissione Sanità del Senato, in occasione dell'incontro "Responsabilità professionale: tutto quello che c'è da sapere sulle novità della legge", organizzato presso il Senato dal sindacato dei medici dirigenti Anaao-Assomed. Grazie a questa legge, prosegue la senatrice del Pd, "possiamo praticare il principio che la responsabilità professionale e la sicurezza delle cure e del paziente sono un binomio inscindibile".

Con questo provvedimento, infatti, "passiamo da una visione di 'colpa individuale' del medico a un approccio di sistema", che sottolinea l'importanza della gestione del rischio clinico da parte delle strutture sanitarie e socio sanitarie. Inoltre si punta a riequilibrare il sistema delle assicurazioni per i professionisti. "Siamo arrivati a un punto in cui per un giovane medico pagare 10.000 o 11.000 euro di assicurazione annua significava di fatto non poter lavorare".    Con questa legge, conclude De Biasi, "si pongono le premesse per regole chiare e trasparenti che non sfruttino per motivi di mercato la dignità professionale né la dignità del cittadino".

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News