Nyt attacca l'oncologo Croce per cattiva condotta scientifica

Oncologia | Redazione DottNet | 09/03/2017 11:29

Avrebbe pubblicato dati falsificati senza subire penalizzazioni

 Il New York Times attacca Carlo Croce, l'oncologo ricercatore italiano che lavora all'Ohio State University e membro del National Academy of Sciences. Secondo il quotidiano, che cita alcune fonti, la brillante carriera di Croce non e' priva di controversie, con il suo laboratorio accusato di essere piu' concentrato a ''sfornare'' documenti e articoli che a ''valutare attentamente i dati sperimentali''.


    Negli ultimi anni - riporta il New York Times - Croce e' stato accusato da alcuni colleghi di aver falsificato dati, di plagio e cattiva condotta scientifica. Nonostante le denunce e le accuse, Croce ''non e' mai stato penalizzato per la sua condotta dalle agenzie federali'' e dall'universita'. All'ateneo molti non erano a conoscenza delle accuse prima di essere stati contattati dall'Fbi, ma ora si impegnano a indagare meglio il caso. ''L'universita' ha istituto una revisione indipendente esterna'' afferma Christopher Davey, portavoce dell'Ohio State University, sottolineando che l'avvio di una revisione ''non indica che sono state scoperte prove di cattiva condotta scientifica o altro''.

 

fonte: NYT, ansa

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News