Federfarma Servizi, per la farmacia 2.0 ticket e servizi uniformi

Farmacia | Redazione DottNet | 20/03/2017 14:48

Occorre introdurre i Livelli Essenziali di Assistenza anche nella farmaceutica

Per il 75% degli italiani la farmacia dovrebbe essere, non solo il luogo per acquistare farmaci e ricevere assistenza sulla salute, ma anche uno strumento per la gestione delle cronicità e migliorare l'aderenza alla cura. Per ridisegnare la farmacia 2.0 è necessario però garantire che i servizi siano omogenei su tutto il territorio. A lanciare l'idea di introdurre Livelli Essenziali di Assistenza Farmaceutica (LEAF), utili per garantire la stessa qualità assistenziale ai cittadini è Federfarma Servizi.


    Obiettivo della proposta, presentata al Congresso "Farmacista Più" in corso a Milano, è quello di puntare all'universalità dell'assistenza farmaceutica a favore delle fasce più deboli, spesso in difficoltà nel pagare i ticket, la cui esenzione è definita a livello regionale e molto eterogenea. Con la conseguenza che, in alcune regioni, i cittadini impossibilitati a pagarli ricorrono con maggior frequenza al pronto soccorso.


    Per uniformare l'assistenza, secondo Federfarma Servizi, è necessario non solo rivedere i ticket ma anche il sistema dei due prontuari: quello farmaceutico ospedaliero, con cui le Regioni distribuiscono farmaci 'in modo diretto' al cittadino e quello della farmaceutica convenzionata, relativo farmaci dispensati dietro ricetta medica. "La spesa farmaceutica - spiega Giancarlo Esperti, direttore generale Federfarma Servizi - è in costante crescita" e il rischio è che per evitare di superare i tetti di spesa, alcune regioni possono "spingere" per inserire alcuni farmaci in distribuzione diretta. Un fenomeno che sta generando disparità da Regione a Regione, ma anche da Asl a Asl. "In risposta - continua Esperti - auspichiamo che vengano definiti dei Leaf" per "garantire che l'offerta sia uguale in tutte le farmacie". Questo, aggiunge Antonello Mirone, presidente Federfarma Servizi, renderà "la sanità meno ospedale-centrica e la farmacia più in grado di gestire la cronicità, attraverso la presa in carico del paziente"

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News