Rimborsabili Metilnaltrexone e Naloxegol

Farmaci | Redazione DottNet | 31/03/2017 15:16

E' entrata in vigore la nuova versione della nota 90 dell'Aifa

E’ in vigore la nuova versione della nota 90 dell’Aifa che autorizza la prescrizione a carico del Ssn di Metilnaltrexone e Naloxegol, due antagonisti dei recettori periferici degli oppioidi con indicazione specifica per la costipazione indotta da oppiacei (cio). La rimborsabilità, specifica la nota, è limitata al caso di cio in soggetti con malattia in stato terminale che siano in terapia continuativa con oppiacei della durata di almeno due settimane e mostrino resistenza al trattamento con lassativi ad azione osmotica per più di 3 giorni.

Metilnaltrexone bromuro, ricorda il commento dell’Aifa alla nuova nota, è un'ammina quaternaria che agisce come antagonista µ-oppioide a livello periferico in tessuti quali il tratto gastrointestinale senza interferire con gli effetti analgesici oppioido-mediati sul sistema nervoso centrale. La dose raccomandata nei pazienti adulti con dolore cronico (tranne pazienti sottoposti a cure palliative con malattia avanzata) è di 12 mg (0,6 mL di soluzione) per via sottocutanea, secondo necessità, somministrata in almeno 4 dosi settimanali, fino a una volta al giorno (7 dosi a settimana). Naloxegol, un derivato peghilato del naloxone, funge da antagonista periferico dei recettori li per gli oppioidi presenti nel tratto gastrointestinale, riducendo in tale modo gli effetti costipanti degli oppioidi senza influire sugli effetti analgesici sul sistema nervoso centrale mediati dagli oppioidi. Il farmaco è somministrato per via orale una volta al giorno alla dose raccomandata di 25 mg. Federfarma diramerà a breve una circolare agli associati.

 

fonte: aifa, federarma

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News