Depressione, verso test del sangue per terapie su misura

Psichiatria | Redazione DottNet | 03/04/2017 12:45

I livelli di una molecola svelano i farmaci più o meno attivi

Un test del sangue svelerà il farmaco giusto da assumere per ciascun paziente con depressione, per la prima volta garantendo una terapia con antidepressivi con maggiore chance di successo perché ''personalizzata'' il più possibile.    E' la promessa che arriva da uno studio pubblicato sulla rivista Psychoneuroendocrinology e che ha svelato come i livelli plasmatici di una proteina infiammatoria nel sangue - la proteina C reattiva, già nota ai medici e analizzabile con un semplicissimo prelievo - sono in grado di orientare il medici nella prescrizione di farmaci antidepressivi più efficaci per il singolo paziente.     Si tratta di uno strumento di totale immediatezza per i medici che devono scegliere il farmaco più idoneo, spiega Madhukar Trivedi, che ha guidato la ricerca presso la Università del Texas Southwestern Medical Center.   

La cura della depressione è gravata dal fatto che - pur esistendo diversi farmaci - la scelta di quello giusto è oggi difficile in quanto si va un po' per tentativi, per di più i farmaci cominciano a evidenziare effetti solo dopo alcune settimane di uso quindi - se la scelta non è stata corretta - passano mesi prima che il paziente tragga dei giovamenti da una terapia. Predire in anticipo il farmaco più adatto per il singolo paziente è quindi un obbiettivo che sta a cuore alla comunità scientifica. Lo studio Usa mostra che ciò è possibile misurando semplicemente i livelli di proteina C reattiva nel sangue di ciascun paziente. Per ora la validità di questo test è stata verificata solo su alcuni farmaci o combinazioni terapeutiche, ma secondo gli scienziati si potrà estendere a tanti altri farmaci antidepressivi attualmente in uso.

 

 

fonte: ansa

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News