Palumbo (Pdl), 18 febbraio incontro con Emea su iter registrativi più veloci

Redazione DottNet | 03/02/2009 11:27

Un incontro per parlare di come poter velocizzare gli iter registrativi di alcuni farmaci,
soprattutto quelli innovativi, in Italia, ma anche in altri paesi europei. Il meeting è in programma il prossimo 18 febbraio a Londra fra i rappresentanti delle commissioni Affari sociali della Camera e Sanità del Senato, che insieme a componenti dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) e di Farmindustria si recheranno in visita agli uffici dell'Emea, l'ente regolatorio europeo sui medicinali.
 

A parlarne è stato a Roma Giuseppe Palumbo (Pdl), presidente della commissione di Montecitorio, intervenendo a Roma alla presentazione di una ricerca sulla comunicazione Healthcare in Italia.
"Oggi il nostro Paese, ma anche altri Stati membri dell'Ue - ha detto Palumbo - approvano in grande ritardo i farmaci autorizzati dall'Emea, con un danno per i pazienti. Inoltre, vogliamo sollevare il problema delle sperimentazioni, che sempre più spesso avvengono all'estero e poi i medicinali vengono approvati in tutto il Vecchio Continente. Chiederemo che le ricerche avvengano anche in Italia".

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato