Scoperti in Italia due interruttori per le metastasi di tumori pediatrici

Oncologia | Redazione DottNet | 03/02/2009 14:00

Ricercatori italiani hanno scoperto due interruttori chiave delle metastasi di due tumori pediatrici, il rabdomiosarcoma e il neuroblastoma.

Uno attiva le metastasi di rabdomiosarcoma nel midollo osseo; il secondo le metastasi del neuroblastoma e spegnendolo con un ''silenziatore genetico'' (Rna a interferenza) si bloccano crescita e invasività del tumore. Entrambe pubblicate sulla rivista Clinical Cancer Research, le due scoperte potrebbero consentire di guarire bimbi dalla prognosi quasi sempre infausta. L'interruttore delle metastasi del rabdomiosarcoma è CXCR4, una molecola coinvolta nell'infezione da Hiv per la quale già esistono farmaci inibitori. Dirette da Carlo Dominici dell'Unità Diagnostica e terapie oncologiche mirate in Oncologia Pediatrica del Dipartimento di Pediatria Università La Sapienza di Roma, le ricerche sono state rese possibili anche grazie al prezioso finanziamento dell'Associazione dei familiari dei bambini malati ''Io domani'' che ha approvato il finanziamento, 60 mila euro in due anni, per un nuovo progetto di ricerca sulla farmacoresistenza dei tumori pediatrici. ''Senza l'associazione - ha detto Dominici - non riusciremmo a fare ricerca: i finanziamenti pubblici che riceviamo ogni anno, non oltre 10 mila euro, non bastano neanche a coprire le spese del laboratorio''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato