Canada: al via legalizzazione della marijuana a scopo ricreativo

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 14/04/2017 10:30

Maggiorenni potranno detenere 30 grammi e coltivare 4 piante

Il Canada verso la legalizzazione della marijuana a scopo ricreativo. Il primo ministro canadese Justin Trudeau ha presentato oggi la proposta di legge che, se approvata come e' previsto, fara' del Canada il secondo paese al mondo dopo l'Uruguay ad adottare una legislazione di questo tipo sul piano nazionale e che rende di fatto la marijuana un bene di consumo, legale appunto e regolato, sebbene con limiti precisi. La proposta, appoggiata dal partito liberale guidato da Trudeau, consente il possesso in pubblico di 30 grammi di sostanza nonche' permette di coltivarne fino a quattro piante in casa ad uso domestico. La norma proposta riguarda i maggiorenni, ma con un margine di tolleranza secondo cui anche coloro sotto i 18 anni che fossero trovati in possesso di marijuana in modiche quantita' non verrebbero incriminati.

Proprio i limiti di eta' stabiliti dal provvedimento sono stati il principale oggetto di discussione nel dibattito sul tema: nell'elaborazione della proposta di legge il governo canadese si e' basato sulle indicazioni elaborate da un'apposita task force - guidata dalla ex ministro della Salute Anne McLellan - che nota appunto come sia convinzione diffusa tra gli esperti l'opportunita' di fissare a 21 anni il limite di eta' per il consumo legale di marijiuana a scopo ricreativo, con la motivazione che il cervello continua a svilupparsi fino ai 25 anni. Cio' sollevava tuttavia perplessita' sul piano della lotta al mercato illegale della sostanza in mano alla criminalita' organizzata -uno degli obiettivi principali della legge voluta da Trudeau oltre alla tutela dei minori nell'accesso alla sostanza- nella convinzione che porre un limite di eta' troppo alto ne avrebbe motivato e alimentato l'esistenza. Da cui il compromesso previsto dal testo che consente alle singole Province di legiferare a riguardo a livello locale.

Il testo inoltre e' diviso in due parti, con la prima volta a regolare l'uso a scopo ricreativo, la vendita e la coltivazione della marijuana, mentre la seconda rafforza le misure in caso di guida sotto effetto della sostanza. L'iter e' quindi avviato, aprendo la strada per una svolta epocale in materia, il testo deve pero' prima passare il vaglio di Camera e Senato, ma le previsioni sono di un'approvazione senza troppi ostacoli, con la possibilita' concreta che la legge entri in vigore entro il primo luglio del 2018.

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News