Dompè: occorrono più ispezioni sul territorio

Farmaci | Redazione DottNet | 04/02/2009 18:50

Le truffe a danno del SSN intaccano la spesa sanitaria in tutti i suoi comparti: lo ha denunciato il presidente di Farmindustria, Sergio Dompè, nel corso del convegno dal titolo ''Più controlli, meno sprechi''.

Per Dompè ''solo attraverso un'attività ispettiva attenta e diffusa sul territorio è possibile contrastare con forza azioni criminose e frodi. L'industria farmaceutica è la prima a chiedere più controlli a tutti i livelli per evitare che casi limitati finiscano per screditare il settore nella sua globalità. Controlli rapidi, efficaci ed agili, anche naturalmente sulle imprese del farmaco, che si estendano alle diverse aree della sanità''. Per questa ragione la Farmindustria ''accoglie con piacere la previsione di inserire 200 nuovi addetti nell'organico dell'Aifa, annunciata di recente dal Sottosegretario alla Salute, Professor Ferruccio Fazio. Aumentare il personale, portandolo ai livelli delle Agenzie regolatorie dei grandi Paesi, contribuirà a semplificare i processi e ridurre i tempi amministrativi''. ''Queste vicende - ha detto - colpiscono tutta la filiera del farmaco. Medici, farmacisti, distributori intermedi e operatori sanitari sono figure fondamentali che con insostituibile professionalità garantiscono la vita del farmaco sino al paziente. L'itinerario è lungo e all'Aifa, alle Asl, alla Magistratura e alle Forze dell'Ordine vanno quindi riconosciute risorse adeguate perchè svolgano sempre meglio le verifiche su tutte le procedure''.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato