Mandelli: il Ddl concorrenza va nella direzione sbagliata

Farmacia | Redazione DottNet | 02/05/2017 20:41

Manca l'obbligo di una partecipazione di soci professionisti nella compagine societaria

"L'Italia ha bisogno di liberalizzazioni, ma non frettolose e destinate a creare più danni che benefici. Per questo Forza Italia chiede il ritorno in Commissione del ddl Concorrenza per alcuni correttivi, assicurando un iter veloce". Lo ha detto, intervenendo in Aula, il senatore e responsabile di Forza Italia per i rapporti con le Professioni, Andrea Mandelli.

"Le norme sulle farmacie - ha proseguito - vanno nella direzione sbagliata. Penso al mancato obbligo di una partecipazione di soci professionisti nella compagine societaria, come invece avviene per le altre professioni. Ma penso anche alla previsione di un tetto per il capitale pari al 20% della proprietà di farmacie in ogni regione, una percentuale decisamente troppo alta. E ancora, all'assenza di una forma di controllo deontologico, in capo agli Ordini, delle società di capitale che entrano in farmacia o al fatto che tali società non debbano contribuire alla Cassa professionale, in difformità con quanto succede per altre professioni", ha concluso.

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News