Toscana: Asl 11, progetto prevenzione contro il diabete

Redazione DottNet | 05/02/2009 11:36

Un progetto di prevenzione contro il diabete, malattia in forte e costante aumento nel mondo. Questa l'iniziativa voluta dall'Asl 11 di Empoli per circa 70 mila dei suoi assistiti, che ha coinvolto l'Unità operativa di diabetologia in sinergia con i medici di famiglia. Scopo del progetto: diagnosticare precocemente il diabete nelle persone a rischio di alterazioni della tolleranza glucidica, e ridurre l'incidenza di nuovi casi con programmi educativi sul corretto stile di vita.

Circa il 15% della popolazione a rischio - spiega una nota dell'Asl 11 - presenta un'alterazione della tolleranza glucidica. Il problema diabete misconosciuto (5,3%) è reale ed evidenziabile con semplici esami. E' cruciale una precoce attenzione del medico di famiglia per le persone a rischio in evidenziate fasce di età. Il progetto prevede, in un campione di popolazione non diabetica tra 30-64 anni, di individuare i pazienti a rischio. Questi sono stati tipizzati per la tolleranza glucidica con glicemia a digiuno o curva da carico di glucosio (Ogtt) con 75 grammi di glucosio. Gli esiti di tale tipizzazione sono stati: normale, alterata glicemia a digiuno (Ifg), ridotta tolleranza glucidica (Igt), diabete mellito (Dm). Successivamente verrà intrapreso uno specifico e diversificato programma educativo sul corretto stile di vita, anche con ausilio di un apposito opuscolo. I soggetti con alterata tolleranza glucidica (Ifg, Igt) saranno monitorati nel tempo e verranno rilevati i dati ottenuti e gli outcome d'intervento. Al progetto hanno partecipato 52 medici di famiglia, per un totale di 71.251 assistiti di cui 37.706 maschi e 33.545 femmine.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato