Lazio, RU486 nei consultori solo dopo un attento studio

Farmaci | Redazione DottNet | 04/05/2017 14:30

Zingaretti: medici assunti al San Camillo? No all'ideologia, io rispetto la legge

"Un gruppo di lavoro alla Regione Lazio sta studiando la possibilità di offrire alle donne di accedere all'aborto farmacologico con la pillola RU486 anche in alcuni consultori familiari, seguendo le direttive dei piani operativi approvati anche dal Ministero della Salute. Solo a conclusione di questa attività doverosa di studio e di lavoro si valuterà quali misure adottare, quelle ritenute più efficaci e proprie e, soprattutto, visto che questo è stato un tema giustamente più volte richiamato, nel rispetto più assoluto dei limite di legge da rispettare".

Lo ha detto il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti nel corso del Consiglio regionale straordinario sulla sanità. "In questi anni la Regione Lazio ha lavorato responsabilmente per mettere in atto politiche a favore della maternità - ha proseguito - e vogliamo continuare a farlo. Abbiamo rafforzato la rete dei consultori, dei centri antiviolenza, degli sportelli rosa. Contraccezione e prevenzione sono i settori su cui stiamo insistendo mediante campagne informative e, soprattutto, investimenti importanti: penso solo alle assunzioni nei consultori di psichiatri e assistenti sociali". Quella dei due medici assunti al San Camillo per l'interruzione volontaria di gravidanza, ha detto poi Zingaretti, è "una innovazione e una sperimentazione dovuta, fuori da qualsiasi voglia di strumentalizzazione e da spunti di carattere ideologico ma per l'applicazione doverosa di una legge".

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News