Caos pronto soccorso: ogni giorno 3000 persone in attesa

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 12/05/2017 22:38

Indagine Simeu per la settimana del Pronto Soccorso; eventi nelle città

Ogni giorno circa 3.000 persone sostano in pronto soccorso, dopo aver ricevuto le cure necessarie in urgenza, in attesa di essere ricoverate in un altro reparto: è il segnale di un sistema in difficoltà perché, a regime, quel numero dovrebbe avvicinarsi a zero. Emerge dalla stima fatta da Simeu, Società italiana della medicina di emergenza-urgenza, sulla base di una raccolta dati, il cui risultato viene diffuso in occasione della IV Settimana nazionale del Pronto Soccorso, dal 13 al 21 maggio in tutte le principali città.

Anche quest'anno la manifestazione è organizzata in collaborazione con il Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva. Per cercare di misurare il problema del sovraffollamento, Simeu ha promosso una raccolta dati, chiamata Prontosett, che ha coinvolto un campione 243 pronto soccorso. Il rilevamento è stato effettuato il 13 marzo 2017 alle 14. Erano presenti 9.043 pazienti dei quali 1.560, dopo aver ultimato il percorso in urgenza, erano in attesa di un posto letto. Da questi dati si può stimare che ogni giorno oltre 3000 pazienti attendono nei pronto soccorso un posto letto, attesa che può durare anche per diversi giorni e nella maggior parte dei casi su barelle.

Dall'intervista, che ha coinvolto 64 DEA di secondo livello e 122 Dea di primo livello, emerge che la maggiore sofferenza è nei grandi ospedali metropolitani. "Simeu, da anni impegnata nella definizione di modelli organizzativi-strutturali per migliorare l'efficienza del Sistema dell'emergenza - sottolinea la presidente Maria Pia Ruggieri - ha già elaborato una proposta dettagliata per affrontare la situazione. Torniamo a sollecitare un intervento congiunto per la salvaguardia del Sistema Sanitario Nazionale". Saranno oltre 40 gli appuntamenti: dalla proiezione in alcuni cinema di Matera di un video sull'uso responsabile del Pronto Soccorso,agli incontri formativi sul primo soccorso con gli studenti, per la diffusione di una maggiore conoscenza delle tecniche salvavita.

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News