Emilia Romagna, stretta per le attività d'informatori del farmaco

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 17/05/2017 19:02

Tetti a prodotti gratuiti per medici e farmacisti

Un massimo di 20 euro annui in prodotti gratuiti destinati a medici e farmacisti, obbligo per i sanitari di comunicare all'azienda di appartenenza la partecipazione a appuntamenti organizzati da aziende farmaceutiche e un tetto agli incontri tra un informatore e il singolo medico.

Lo prevedono le nuove regole per l'attività degli informatori scientifici del farmaco nell'ambito del servizio sanitario dell'Emilia-Romagna illustrate in commissione Politiche per la salute e politiche sociali dell'Assemblea legislativa, dalla responsabile della direzione generale cura della persona, salute e welfare della Giunta, Licia Petropulacos.

"Maggiore trasparenza nei rapporti fra medici, aziende farmaceutiche e servizio sanitario regionale in materia di informazione scientifica sul farmaco". E' questo lo spirito delle nuove modalità operative illustrate dalla dirigente: "Viene quantificato il valore, fissato in massimo 20 euro annui, dei prodotti gratuiti destinati a medici e farmacisti".

Il senso delle nuove e più stringenti regole per gli informatori farmaceutici in Emilia-Romagna "è quello di garantire sempre più sobrietà e nessuna concessione all'idea che qualcuno possa avere, non dico privilegi, ma certamente più opportunità del dovuto. E credo che l'assessore alla Sanità Venturi abbia fatto bene a portare quella delibera".

Così  il presidente della Regione, Stefano Bonaccini. Quanto alle critiche del presidente dell'Ordine dei Medici di Bologna, Giancarlo Pizza, che ha parlato di "norma troppo restrittiva" per il presidente "la libertà di critica in questo Paese per fortuna fa parte del dibattito democratico. Io credo che abbiamo fatto una scelta giusta e importante, all'altezza di quella sui vaccini sulla quale, come vedete, anche coloro che ci prendevano in giro - ha concluso - stanno iniziando a cambiare idea perché hanno capito che azzeccavamo perfettamente quello che pensava la stragrande maggioranza delle persone e dei cittadini".

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News