Elezioni Federfarma: così il Consiglio di presidenza

Farmacia | Redazione DottNet | 01/06/2017 07:13

Silvia Pagliacci guiderà il Sunifar

La vittoria di Cossolo alla presidenza di Federfarma ha portato sei suoi rappresentanti nella componente nazionale del Consiglio di presidenza: Vittorio Contarina (nella foto, presidente di Federfarma Roma), Roberto Tobia (presidente di Federfarma Palermo), Achille Gallina Toschi (presidente di Federfarma Emilia Romagna), Marco Bacchini (presidente di Federfarma Verona), Osvaldo Moltedo (presidente di Federfarma Lazio) e Michele Pellegrini Calace (presidente di Federfarma Bat).

Insieme a Cossolo è stata eletta Silvia Pagliacci che guiderà il Sunifar, il sindacato dei titolari delle farmacie rurali.con  Daniele Dani, Pasquale D'Avella e Renato Usai, eletti dall'Assemblea del Sunifar.

Pronte le due squadre che affiancheranno i presidenti nel governo del sindacato, secondo quanto disposto dall’articolo 17 dello Statuto: alla vicepresidenza di Federfarma va così Vittorio Contarina, presidente di Federfarma Roma; alla segreteria nazionale Osvaldo Moltedo, presidente di Federfarma Lazio; alla tesoreria Roberto Tobia, presidente di Federfarma Palermo. La squadra del Sunifar, invece, comprende alla vicepresidenza Pasquale D’Avella, presidente di Federfarma Marche, e alla segreteria Renato Usai, vicepresidente di Federfarma Nuoro.

 
“Il nostro impegno sarà teso a valorizzare e promuovere la farmacia come canale primario della distribuzione del farmaco, compreso quello innovativo, in modo omogeneo sul territorio nazionale, a garanzia del diritto di accesso alle cure di ogni cittadino, diritto sancito dalla Costituzione” afferma il neopresidente di Federfarma, Marco Cossolo.
 
“Ci batteremo anche per assicurare la sostenibilità economica del servizio farmaceutico, affinché sia riconosciuta alla farmacia un'equa remunerazione che tenga conto non solo del valore farmaco, ma anche dell'atto professionale e dei servizi resi in favore del cittadino e del Sistema Sanitario Nazionale” prosegue Cossolo.
 
La nuova Federfarma sfrutterà appieno le risorse tecnologiche e professionali per sostenere l'evoluzione della farmacia verso la Sanità Digitale e i nuovi scenari di settore. Dobbiamo promuovere strumenti e progetti a favore di una farmacia più forte e autonoma. Analogamente, sosterremo progetti di tutela e valorizzazione della farmacia per rafforzarne il ruolo di presidio territoriale capillare dall'elevata professionalità, trasformando in opportunità le criticità e le dinamiche competitive emergenti” conclude il neoeletto presidente di Federfarma nazionale.
 
La farmacia rurale rappresenta un grande valore per il Paese. Tuttavia, essendo economicamente fragile, risente in modo amplificato di tutte le criticità del settore” dichiara il neopresidente del Sunifar Silvia Pagliacci. “Vogliamo far conoscere a tutti il ruolo sociale svolto dalle farmacie rurali sul territorio. Intendiamo tutelare con forza il valore della ruralità e le farmacie più deboli, perché sono i baluardi dell'impegno sociale e dell'unicità della farmacia italiana, sono i presidi cruciali del Sistema Sanitario Nazionale. Rafforzare le farmacie rurali – continua Pagliacci – significa garantire a tutti i cittadini, anche quelli che vivono nelle zone più disagiate, la possibilità di usufruire delle prestazioni assistenziali alle quali hanno diritto. Per questo monitoreremo e contrasteremo i tentativi di fusione dei piccoli comuni e le dinamiche di concentrazione e accorpamenti dei centri di assistenza sanitaria”.
 
Obiettivi prioritari del Consiglio di Presidenza sono la salvaguardia della salute dei cittadini, che hanno diritto  ad avere un servizio farmaceutico di qualità, e la difesa della professionalità e della sostenibilità economica della Farmacia. Gli eletti  hanno ringraziato i componenti del Consiglio di Presidenza uscente per il lavoro svolto.

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News