Fazio, si spende troppo per i farmaci oncologici innovativi

Farmaci | Redazione DottNet | 10/02/2009 15:15

Le reti oncologiche in via di definizione si occuperanno anche della sperimentazione dei farmaci oncologici innovativi che hanno scarsa specificità, intorno al 20% ''per cui molti pazienti fanno linee di terapia inutili e questo porterà ad uno sforamento di 240 milioni di euro nel 2009''.

 L'annuncio è stato dato dal sottosegretario del ministero del Welfare, Ferruccio Fazio. Secondo Fazio bisogna razionalizzare la spesa, per il momento, infatti, si tratta di una stima ''di fronte alla quale diventa fondamentale - ha spiegato - fare più ricerca per capire qual malati si giovino degli specifici farmaci''. A fargli eco il primario di oncologia dell'istituto Regina Elena di Roma, Francesco Cognetti che ha aggiunto: ''c'è necessità di implementare gli studi e le ricerche in particolare sui markers più specifici per i farmaci molecolari per capire quali sono determinanti''. Esistono già studi in questo senso, secondo Cognetti, che però riguardano le malattie rare, nel caso dei tumori più frequenti ''in pochi casi si tratta di molecole etrogenee e pochi riconoscono un solo farmaco''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato