760 'tagli' in King e 460 in Allergan, colpiti marketing e vendite

Aziende | Redazione DottNet | 11/02/2009 12:33

Contro la crisi anche i gruppi farmaceutici americani Allergan e King scelgono la cura dei tagli. Entrambe annunciano un programma di ristrutturazione mirato al contenimento dei costi, un piano che si tradurrà in 460 esuberi per Allergan (il 5% dell'organico complessivo) e in 760 per King (una quota pari al 22%, quasi un quarto, del totale forza lavoro).
 

In questo periodo di "recessione", spiega Allergan in una nota, per migliorare l'efficienza e concentrare le risorse sul rafforzamento della pipeline, è stato deciso l'avvio di un programma di ristrutturazione che coinvolgerà in particolare due aree: gli addetti al marketing e alle vendite di area urologica negli Usa, e il personale marketing tra Stati Uniti ed Europa. 'Sforbiciata' ancora più consistente per King, anche alla luce dell'acquisizione di Alpharma, sottolinea il gruppo in un comunicato. Dei 760 esuberi stimati, precisa, 240 sono posizioni di area corporate associate all'integrazione di Alpharma. Sul totale tagli, 380 interesseranno le vendite e 140 il corporate.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato