Ex specializzandi, rimborsati 67 medici toscani

Professione | Redazione DottNet | 12/07/2017 17:13

Riceveranno complessivamente un milione e 900mila euro

Pioggia di rimborsi per i medici ex specializzandi toscani. Prosegue, facendo tappa appunto in Toscana, l'iniziativa "37 milioni in 37 giorni" attraverso cui Consulcesi consegna assegni di rimborso firmati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri in favore di quanti si sono specializzati tra il 1978 ed il 2006 senza ricevere il corretto trattamento economico, così come previsto dalle direttive Ue in materia (75/362/CEE, 75/363/CEE e 82/76/CEE).

Ora, grazie alle azioni collettive lanciate da Consulcesi, anche i medici specialisti della Toscana recuperano, dunque, quelle somme che lo Stato aveva negato durante la scuola post-laurea in Medicina. Nello specifico vengono rimborsati 67 medici con un importo complessivo di oltre 1 milione e 900mila euro. I medici toscani rimborsati si aggiungono a migliaia di colleghi ai quali Consulcesi ha fatto riconoscere oltre 530 milioni di euro. Una cifra già elevata, ma destinata a crescere ulteriormente nelle prossime settimane visto che sono attese nuove sentenze e sul tema la giurisprudenza è ormai consolidata.

In questo quadro e, di conseguenza, di fronte ad una continua emorragia di fondi pubblici da tempo si ragiona su un accordo transattivo per scongiurare un esborso complessivo superiore ai 5 miliardi di euro. Questo è quanto previsto anche dal Ddl 2400, attualmente in discussione al Senato, ma ancora arenato nelle Commissioni perché le modifiche proposte (spesso, paradossalmente, proprio da chi rappresenta i medici) hanno finito con "allargare le maglie" delle richieste, allungando i tempi e minando la sostenibilità economica del provvedimento.

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News