Giappone, sicuri cibi da animali clonati

Redazione DottNet | 17/02/2009 16:46

Gli alimenti derivati da animali clonati "sono sicuri". A certificare la possibilità di bistecche e cappuccini da animali fotocopia è un gruppo di studio assoldato dall'ente giapponese per la sicurezza animale.

Si tratta del primo passo che prelude all'arrivo di carne e altri derivati degli animali clonati sui banchi dei supermercati del Paese del Sol Levante. Sempre che gli altri step confermino le conclusioni degli esperti. In ogni caso pareri e riunioni incrociate richiederanno diversi mesi prima che sia scritta la parola definitiva sulla questione. Un nodo che invece gli Usa hanno sciolto a gennaio 2008, con il disco verde.
A chiedere di pronunciarsi sull'argomento era stato il ministro della sanità giapponese, lo scorso aprile 2008. "Il documento del gruppo di lavoro - ha spiegato il portavoce dell'ente per la sicurezza alimentare giapponese, Kazuo Funasaka - per ora si è limitato a sostenere la salute degli animali clonati. Ma il ragionamento che sottende questa proposizione è che se gli animali sono sani lo saranno anche i loro derivati per l'alimentazione umana". In ogni caso "equiparabili a quelli di bestiame allevato in modo tradizionale".