Da settembre il piano contro i capitali nelle farmacie

Farmacia | Redazione DottNet | 27/08/2017 20:56

Il programma messo a punto da Federfarma Servizi

Al via da settembre il piano di Federfarma e Federfarma servizi per la "rete delle reti" - come già annunciato da Dottnet - che dovrà dare alle farmacie dei farmacisti gli strumenti con cui fronteggiare l’arrivo del capitale e competere .Lo afferma il presidente della Federazione, Marco Cossolo, nella lettera inviata ai primi di agosto a tutti gli associat: dopo la conversione in legge del ddl concorrenza, è in particolare il richiamo di Cossolo, occorre da parte dei titolari una lettura ragionata del momento, che senza nulla sottovalutare eviti però «scelte affrettate ed emotive, magari sulla base di proposte e iniziative dettate da chi ha interessi diversi da quelli che noi siamo chiamati a tutelare».

In particolare, avverte il presidente, se si è scelto di ricorrere a questa comunicazione diretta «solo di rado utilizzata in passato», è perché si vuole far sentire a tutti gli iscritti «la vicinanza di Federfarma». Una vicinanza, continua la lettera, alimentata dalla consapevolezza che «compito del sindacato non è solo la difesa dei legittimi interessi degli associati, ma anche quello di offrire loro strumenti che li pongano in grado di affrontare le sfide in arrivo». E se Federfarma è già al lavoro, è perché c’è la consapevolezza che «siamo ancora in tempo per giocarci la partita», una partita – ricorda il presidente – che si dovrà disputare con regole familiari alle farmacie indipendenti, anche se il contesto sarà «molto più complicato, almeno sul piano economico ed organizzativo».

Appuntamento dunque a settembre, quando Federfarma e Federfarma Servizi avranno definito «una proposta per un progetto di rete che metta a fattore comune una serie di iniziative da attuare con l’aiuto delle strutture territoriali di Federfarma». E con l’adesione convinta dei titolari, con i quali il sindacato condividerà e concerterà il progetto stesso. «Il nostro obiettivo» conclude Cossolo «è quello di tutelare la farmacia in cui crediamo», una farmacia professionale e indipendente dove per indipendente non si intende sola e isolata.

 

fonte: federfarma

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News