Cgil Medici, inaccettabile il blocco delle scuole di specializzazione

Professione | Redazione DottNet | 30/08/2017 14:16

Cozza, 13 mila in attesa: la pubblicazione era prevista ad aprile scorso

 "Caos inaccettabile, subito il bando senza ritorni al passato". Con queste parole la Funzione Pubblica Cgil Medici commenta i continui ritardi nella pubblicazione del bando del concorso per l'accesso alle scuole di specializzazione in Medicina, nel chiedere un impegno immediato da parte delle ministre interessate, Fedeli e Lorenzin. La vicenda, ricorda la Fp Medici, risale al 13 maggio scorso quando "il Miur annunciava il nuovo sistema di accreditamento e le nuove modalità di svolgimento del concorso per l'accesso ai corsi. Ma ancora oggi 13 mila giovani medici sono in attesa della pubblicazione del bando, prevista inizialmente per aprile 2017". 

  Il 'vero intoppo', fa sapere Massimo Cozza, segretario nazionale Fp Cgil Medici, "sarebbe nella mancata pubblicazione dei decreti di accreditamento delle scuole di specializzazioni, propedeutici alla pubblicazione del bando. L'Osservatorio nazionale della formazione medica specialistica, avrebbe bocciato 135 scuole di specializzazione (circa una su dieci), per mancanza del minimo di docenti richiesti e di spazi adeguati per la formazione sul campo (dai posti letto a numeri di prestazioni)".    Si tratta, però, osserva il dirigente sindacale, "solo di un parere contro il quale sarebbero insorti diversi direttori di scuole di specializzazione, e sul quale si sarebbe creato uno stallo. Sembra che per uscirne nei giorni scorsi il Miur e il Ministero della Salute abbiano chiesto all'Osservatorio di motivare meglio il parere, al fine di salvare il maggior numero possibile di scuole".  

"Non vogliamo più medici specializzati in chirurgia che non si sono potuti formare nelle sale operatorie ma solo sui libri. Il tutto - continua Cozza - deve essere chiaro, trasparente e meritocratico, passando dalle oltre 400 sedi di esame dell'anno scorso a poche sedi macro regionali, con controlli omogenei, con una unica graduatoria nazionale''. 

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News