Liste d'attesa, priorità a patologie oncologiche e cardiovascolari

Redazione DottNet | 16/02/2009 17:21

All'interno delle liste d'attesa per esami diagnostici ci saranno due corsie preferenziali riservate alle patologie oncologiche e quelle cardiovascolari.

Ad anticiparlo è il sottosegretario al Welfare, Ferruccio Fazio. ''Le malattie oncologiche e cardiovascolari - spiega Fazio - avranno due liste preferenziali. All'interno di queste stiamo lavorando per individuare quattro livelli di priorità. Ad esempio, gli esami più urgenti dovranno passare fatti in non più di 72 ore. Ma il lavoro per definire meglio tali livelli non è ancora terminato''. Non dovrebbe mancare molto comunque perchè questa riforma delle liste d'attesa veda la luce. ''Contiamo di chiudere - continua Fazio - il tutto, insieme alle Regioni, entro un mese. La nostra idea è di mettere insieme liste d'attesa, Lea (livelli essenziali di assistenza) e il piano della prevenzione e presentare tutto nel riparto''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato