Sitagliptin, ampliate le sue indicazioni

Redazione DottNet | 16/02/2009 21:32

aifa aziende diabete farmaci insulina chirurgia dermatologia pelle

L'agenzia italiana del farmaco (AIFA) ha recentemente ampliato le indicazioni di un nuovo farmaco (in Italia dallo scorso anno) da utilizzare in aggiunta alla dieta e all'esercizio fisico per migliorare il controllo glicemico dei pazienti diabetici.

Si tratta del sitagliptin, primo di una nuova classe farmaci inibitori dell' enzima DPP-4. Ne ha dato notizia a Milano la casa farmaceutica produttrice, Merck Sharp & Dohme, precisando che l'ampliamento delle indicazioni riguarda una 'duplice terapia', cioè l' associazione del farmaco con una sulfonilurea, quando dieta ed esercizio fisico più la dose massima della sulfonilurea non bastano a controllare la glicemia; e riguarda anche una 'triplice terapia', aggiungendo al sitagliptin la sulfonilurea e la metformina, quando la duplice terapia è insufficiente. In particolare, l'AIFA ha anche approvato un nuovo farmaco di associazione prodotto dalla Merck, composto da sitagliptin e metformina, che sarà disponibile in Italia alla fine di febbraio. Emanuele Bosi, direttore del Dipartimento di Medicina Interna del San Raffaele di Milano, ha spiegato che i due principi attivi agiscono da una parte (con il sitagliptin) stimolando la secrezione insulinica e inibendo quella del glucagone, altro ormone pancreatico che ha effetto opposto a quello dell'insulina. Dall'altro (con la metformina, storico farmaco antidiabetico) contrastando l'insulinoresistenza, che è la ridotta capacità dell'insulina al livello dei tessuti periferici.