Aspiranti specializzandi medici protestano a Roma

Professione | Redazione DottNet | 04/09/2017 14:26

La manifestazione contro la mancata pubblicazione del bando per le scuole di specializzazione

L'Associazione Italiana Giovani Medici (Sigm) e il Comitato Nazionale Aspiranti Specializzandi saranno a piazza Montecitorio a Roma oggi 5 settembre, assieme a numerosi gruppi autonomi di aspiranti specializzandi che hanno sottoscritto il manifesto del #GiovaniMediciDay, per chiedere l'immediata pubblicazione del bando con il nuovo regolamento di concorso che includa l'attribuzione dei contratti alle scuole di specializzazione già pre-accreditate dall'Osservatorio Nazionale.  

La Sigm chiede inoltre maggiori investimenti da parte di Stato e singole Regioni sul capitolo della formazione post-lauream di area medica. I giovani medici scendono dunque in campo per denunciare i gravi ritardi che stanno accompagnando da settimane l'uscita del bando per il nuovo regolamento di concorso che includa l'attribuzione dei contratti alle scuole di specializzazioni per l'anno 2016/2017. La manifestazione si svolgerà in contemporanea ai lavori di una seduta straordinaria dell'Osservatorio Nazionale convocata per fornire risposte alle richieste di chiarimenti da parte del Ministero della Salute. "Chiediamo ai Ministeri e alla politica che quella sede - afferma la Sigm in una nota - sia dirimente in via definitiva per procedere con l'accreditamento". A regime, sarebbero più di 22.000 gli specializzandi interessati dagli effetti della riforma sull'accreditamento delle scuole di specializzazione. Il nuovo regolamento di concorso preparato dal MIUR, dopo i passaggi di rito al Consiglio di Stato e alla Corte dei conti, sottolinea la Simg, "dovrebbe essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale nel primo giorno utile, probabilmente mercoledì 6 settembre".

Si stima che siano tra 13.000 e 15.000 i concorrenti aspiranti specializzandi, che si contenderanno i circa 6100 contratti di formazione a finanziamento statale, ed i circa 600 possibili contratti aggiuntivi a finanziamento regionale e privato. Durante la manifestazione, conclude la Sigm, "forte sarà l'appello anche alle singole Regioni, chiamate a breve a fornire la dotazione di contratti finanziabili dalle stesse a integrazione del contingente nazionale".

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News