Retinopatia diabetica, arriva il test istantaneo. Anche dall'Mmg

Oculistica | Redazione DottNet | 12/09/2017 12:40

La diagnosi è pronta in 30 secondi

Una nuova tecnologia sviluppata in Australia e basata sull'intelligenza artificiale permette di diagnosticare la retinopatia diabetica nello studio di un medico generico, senza dover ricorrere a un oftalmologo. La scansione oculare, sviluppata presso l'ente australiano di ricerca Csiro, permette di individuare facilmente e tempestivamente questa grave complicanza del diabete, che colpisce la retina e in età lavorativa è la prima causa d'ipovisione e di cecità nei Paesi sviluppati. In 30 secondi si ha la risposta, se il paziente deve rivolgersi o no a uno specialista.    Nelle sperimentazioni guidate dallo specialista Yogi Kanagasingam, inventore della tecnologia, sono stati esaminati 187 pazienti di diabete, registrando immagini ad alta risoluzione della retina, analizzandole poi con la nuova tecnologia di intelligenza artificiale per individuare segni di retinopatia diabetica

Le immagini sono state poi verificate da un oftalmologo, e la tecnologia si è dimostrata efficace quanto la diagnosi specialistica, nell'individuare i segni della condizione e nel misurarne la gravità.    "I pazienti a rischio di questa condizione sarebbero solitamente riferiti a una specialista per la diagnosi, con un'attesa di settimane per un appuntamento. Molti pazienti non ne sono affetti e quindi l'attesa non sarebbe necessaria", scrive Kanagasingam sul sito del Csiro. "Ora potenzialmente questo può essere conseguito in una singola visita di 30 minuti dal medico di famiglia. Questo facilita e accelera i servizi sanitari e di prevenzione", aggiunge. 

 

fonte: ansa

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News