Oncologia, nuove frontiere con la medicina di precisione

Oncologia | Redazione DottNet | 13/09/2017 18:54

Pinto, ma il lungo l'iter del rimborso può ritardare il trattamento

La medicina di precisione è una delle nuove frontiere per la lotta ai tumori, grazie a cure personalizzate. Emerge dal convegno "Innovatività e target therapies in oncologia: un binomio imprescindibile", organizzato a Roma con il contributo non condizionato di AstraZeneca. "Le target therapies sono una delle ultime novità in oncologia, grazie alle quali diamo al paziente la terapia giusta senza sprecare risorse del sistema sanitario", dice Carmine Pinto, presidente dell'Associazione italiana di oncologia medica (Aiom). E aggiunge, "più della metà dei casi di neoplasie al polmone non a piccole cellule è causato da alterazioni genetiche che spesso si manifestano durante la fase più attiva e produttiva della vita delle persone e che potrebbero trovare importanti risposte terapeutiche, se identificato il farmaco target". Pinto tuttavia sottolinea che "a causa della progressione spesso rapida della malattia, il lungo iter autorizzativo di rimborso rischia di ritardare l'inizio del trattamento".

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News