Più vicina la terapia genica per la fibrosi cistica

Medicina Generale | Redazione DottNet | 18/02/2009 08:43

Sembra essere sempre più vicino il giorno in cui la fibrosi cistica potrà essere curata con la terapia genica.

 Alcuni ricercatori dell'università della California sono infatti riusciti a modificare, in laboratorio, un virus capace di 'consegnare' un nuovo gene che sostituisce quello difettoso responsabile della malattia. A parlarne è la rivista 'Proceedings of the National Academy of Sciences'. I precedenti tentativi su questo fronte non erano andati a buon fine, perchè il sistema immunitario spazzava via il virus prima che rilasciasse il suo carico. Gli attuali trattamenti per la fibrosi cistica attenuano solamente i sintomi, senza riuscire ad offrire a queste persone un'aspettativa di vita superiore ai 40 anni. Gli scienziati americani sono riusciti a trovare il modo di rendere il virus più efficace nell'entrare nelle cellule del polmone. Ci sono riusciti modificando l'adeno-virus associato al fine di sviluppare maggiormente due capacità, l'abilità di legarsi a diversi recettori o di attaccarsi a recettori più abbondanti sulla superficie delle cellule polmonari. Il prossimo passo sarà testare ulteriormente il trattamento e adattare il virus alla terapia genica di altre malattie, incluso l'Alzheimer. Intanto i ricercatori del Regno Unito stanno programmando di iniziare il primo studio su larga scala con questa terapia già da quest'anno.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato