Da Federfarma screening per la campagna anti diabete

Farmacia | Redazione DottNet | 06/10/2017 13:18

Dal 14 novembre nelle farmacie aderenti sarà possibile misurare la glicemia

Sarà un'indagine senza precedenti, che coinvolgerà tutte le farmacie del territorio associate a Federfarma. Punta in alto, anche per rinnovare l’immagine della farmacia quale presidio votato anche alla prevenzione, la Campagna che il sindacato promuoverà da martedì 14 novembre, data in cui si celebra la Giornata mondiale del diabete, al lunedì successivo. Sette giorni nei quali le farmacie di tutta Italia offriranno a chi lo richiederà una misurazione gratuita della glicemia in regime di autoanalisi, per far emergere i casi di diabete non ancora diagnosticati e individuare i soggetti a rischio.L’obiettivo della campagna, che dovrebbe ricevere il patrocinio del ministero della Salute e avere per testimonial lo stesso ministro Lorenzin, è ovviamente quello di dimostrare empiricamente, sul campo, che le farmacie possono offrire un contributo importantissimo non solo all’appropriatezza (avvio tempestivo dei trattamenti), ma anche al contenimento dei costi a carico del Ssn per ricoveri e complicanze evitate.

Per partecipare alla campagna, che si avvale della collaborazione scientifica di un “panel” di associazioni dei medici diabetologi e del supporto di alcune aziende produttrici di materiale per l’autoanalisi, le farmacie dovranno comunicare entro il 25 ottobre la propria adesione attraverso l’area riservata del portale Federfarma.it. Una volta effettuato l’accesso con le proprie credenziali, basterà cliccare sul bottone “Screening Diabete”, entrare nella sezione dedicata alla campagna e confermare l’adesione.

Nei giorni successivi, le farmacie partecipanti riceveranno a titolo gratuito (dalle aziende produttrici coinvolte) un kit per lo screening comprendente un glucometro, 50 lancette pungidito monouso, 50 strisce reattive e il materiale informativo predisposto per la campagna. Per ogni persona sottoposta a test, il farmacista dovrà compilare una scheda online – anche questa reperibile sul sito di Federfarma – per registrarne i dati generali. La compilazione permetterà di verificare, tramite uno specifico punteggio rilasciato automaticamente dal modulo elettronico, il livello di rischio dell’assistito. E in caso di valori sopra la soglia, la farmacia consiglierà una visita al medico curante o al centro diabetologico.

Questi stessi dati, inoltre, saranno elaborati dal board scientifico della campagna, composto da diabetologi, farmacisti e rappresentanti delle istituzioni, per produrre un report da presentare all’inizio del 2018, allo scopo di dare un riscontro empirico e scientifico al ruolo sociale e sanitario delle farmacie. Proprio per questo, l’auspicio di Federfarma è che i titolari colgano l’opportunità rappresentata dall’iniziativa e partecipino in massa allo screening. «Si tratta infatti di un’occasione unica» commenta Vittorio Contarina, vicepresidente di Federfarma nazionale «per dimostrare che la categoria tiene sempre in massima considerazione tutela della salute e prevenzione».

 

fonte: federfarma

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News