Allarme Ue, la resistenza agli antibiotici è minaccia globale

Farmaci | Redazione DottNet | 15/11/2017 17:36

Causa 25mila decessi l'anno: il rischio sarà di un morto ogni 3 secondi nel 2050

La resistenza agli antibiotici è una "minaccia globale" che causa "25mila decessi l'anno, determina spese sanitarie e perdite di produttività per 1,5 miliardi di euro" e "entro il 2050 potrebbe uccidere una persona ogni tre secondi" diventando "una causa di morte più comune del cancro". E' quanto dichiarano i commissari Ue alla salute e alla ricerca, Vytenis Andriukaitis e Carlos Moedas, nel decimo anniversario della Giornata europea degli antibiotici.

I commissari hanno ricordato i progressi compiuti dal piano d'azione Ue per contrastare il fenomeno, con linee guida sull'uso prudente degli antimicrobici in medicina umana, l'iniziativa comune sulle infezioni associate all'assistenza sanitaria che coinvolge 28 paesi, e la costruzione da parte di 3 agenzie europee (Ecdc, Efsa e Ema) di indicatori affinché Ue e Stati membri possano misurare progressi e carenze nella lotta all'antibiotico-resistenza.

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News