Vicepresidente commissione Ue difende pacchetto su contraffazione

Redazione DottNet | 24/02/2009 18:46

Il vicepresidente della Commissione Europea, Guenter Verheugen, difende a spada tratta il pacchetto di proposte messo a punto da Bruxelles per salvaguardare i consumatori dai pericoli legati ai farmaci contraffatti. L'alzata di scudi da parte di Verheugen, il tedesco che è anche commissario europeo per l'Industria, arriva a seguito di un'interrogazione parlamentare avanzata dal deputato cipriota Adamos Adamou, che sottolineava come il pacchetto fosse insufficiente nella parte relativa alla vendita via internet, si legge sul magazine Pharmatimes.
 

Per Adamou, il commercio di molecole sul web si configura come un 'cavallo di Troia', un fenomeno da arginare e contro il quale è indispensabile mettere a punto degli emendamenti al pacchetto realizzato dalla Commissione per contrastare la contraffazione. Ma Verheugen mostra di non avere dubbi, e risponde agli interrogativi avanzati dal deputato cipriota spiegando che le farmacie sul web sono regolate da leggi messe a punto dai singoli Stati membri, sta dunque a loro rafforzare le leggi esistenti, ammesso ce ne sia bisogno. Ed è sempre compito loro, aggiunge, monitorare il loro operato.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato