Psoriasi, gli italiani sono tra i meno felici al mondo

Dermatologia | Redazione DottNet | 21/11/2017 16:25

Presentato a Roma l''Happiness report' su 19 Paesi

Gli italiani che soffrono di psoriasi sono stressati e non molto felici. È questo il ritratto tracciato dal World Psoriasis Happiness Report 2017 che traccia il livello di felicità di chi è colpito dalla malattia (che riguarda 125 milioni di persone nel mondo e il 3,1% degli italiani). Lo studio, realizzato dall'Happiness research institute in collaborazione con il Leo innovation lab, riguarda 19 Paesi. L'Italia è al 16esimo posto. Al top ci sono Messico, Colombia, Spagna e Brasile che, seppur non rientrano tra le dieci nazioni più felici del mondo nel Rapporto Onu sulla felicità, hanno i pazienti di psoriasi più contenti. In tutti i Paesi i primi tre fattori dello stile di vita più influenzati dalla malattia sono la vita emotiva, l'attività motoria e l'intimità sessuale.

Per gli italiani, la psoriasi condiziona nella stessa misura anche gli aspetti professionali e familiari. Per quanto riguarda la relazione tra stress e psoriasi, Colombia, Federazione Russa e Spagna sono i Paesi che registrano i livelli più bassi, mentre in Italia i pazienti con psoriasi dichiarano un livello di stress elevato. Le donne sono in genere meno felici degli uomini. Sei pazienti su dieci riferiscono che la malattia influisce, in un grado da moderato a estremo, sulla sicurezza in se' stessi. I dati globali dimostrano, inoltre, come la felicità dipenda dal tipo di sintomo che il paziente manifesta. Tra gli effetti della malattia è la difficoltà a camminare a rendere meno felici rispetto, ad esempio, la desquamazione. Gli italiani, però, avvertono meno la solitudine: percepisce il senso di esclusione il 28%, a fronte del 48% degli inglesi e degli australiani. Si sentono meno soli i portoghesi (21%) e i tedeschi (24%).

"L'emarginazione dei ragazzi affetti da psoriasi è più alta a partire dal terzo anno delle scuole primarie rispetto ai bimbi della scuola dell'infanzia. E per noi associazioni di malati è sempre difficile andare a diffondere negli istituti una informazione corretta". Lo ha detto Mara Maccarone, presidente dell'Adipso (Associazione per la difesa degli psoriasici) a margine della presentazione del World Psoriasis Happiness Report 2017. "Continuano le discriminazioni nei riguardi di chi è affetto da psoriasi, come nel caso avvenuto qualche anno fa nel Sud Italia, di un dipendente pubblico. Aveva ricevuto due persone che si sono alzate e sono andate via non appena hanno visto le ferite da psoriasi sulle braccia. La comunicazione corretta è fondamentale per evitare le discriminazioni", ha aggiunto.

Sei consigli per trattare la psoriasi nella vita di tutti i giorni. A tracciarli è Ornella De Pità, direttore della struttura complessa dell'Ospedale Cristo Re di Roma, a margine della presentazione del World Psoriasis Happiness Report 2017. Il primo suggerimento è quello sull'idratazione. ''E' importante usare saponi senza conservanti, che non irritano, e usare creme cosmetiche idratanti'', ha spiegato. Sull'abbigliamento, invece, è preferibile usare le fibre naturali come cotone o seta, capi non stretti e non colorati. Terzo consiglio è legato allo stile di vita: ''E' fondamentale non fumare, non bere alcolici e avere una buona alimentazione'', ha suggerito. Quarto, il trattamento in caso di lesioni: ''La cute lesionata va curata sempre, con creme adeguate'', ha detto. Quinto, è tutto al femminile ed è legato al trucco. ''E' necessario usare trucchi adeguati. In occasione di una cerimonia si può usare un 'trucco camouflage' per non rendere visibile la psoriasi'', ha spiegato la dermatologa. Ultimo suggerimento, quello del rapporto tra medico e paziente. ''Così come si va dal diabetologo per il diabete la psoriasi è una patologia che va seguita dal dermatologo - ha precisato -. L'obiettivo che abbiamo raggiunto di più è stato il trattamento della forma grave, con farmaci biotecnologici che ci aiutano molto. Sulla forma lieve abbiamo raggiunto molti meno obiettivi perché è sottovalutata dal paziente stesso''.

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News