Congresso IG-IBD: position paper per la videocapsula

Gastroenterologia | Redazione DottNet | 30/11/2017 11:45

Il documento è stato stilato da un gruppo di nove esperti, nominati dalle maggiori società gastroenterologiche italiane (IG-IBD, SIED, SIGE, AIGO)

Un position paper, stilato da un gruppo di nove esperti, nominati dalle maggiori società gastroenterologiche italiane (IG-IBD, SIED, SIGE, AIGO), per il corretto utilizzo dell’endoscopia capsulare nelle malattie infiammatorie croniche dell’intestino (IBD), sarà presentato il 1 dicembre, in occasione dell’VIII Congresso IG-IBD. Gli esperti sono stati invitati a valutare diversi scenari clinici nelle malattie infiammatorie croniche dell’intestino ed in particolare nella malattia di Crohn, concentrando l’attenzione sulle tecniche per lo studio del piccolo-intestino. Nel realizzare il position paper, gli esperti hanno identificato i problemi più frequentemente riscontrati nella pratica clinica nei pazienti con IBD, che sono "scoperti" o solo parzialmente “coperti” dall'applicazione di linee guida specifiche.

La gestione delle malattie infiammatorie croniche intestinali - spiega il Prof. Carlo Calabrese, Malattie infiammatorie croniche intestinali Policlinico S. Orsola Malpighi di Bologna - è notevolmente evoluta negli ultimi anni con l’introduzione dei farmaci biologici e di tecniche diagnostiche più accurate. In particolare negli ultimi 15 anni sono state introdotte tecniche che sono in grado di esplorare accuratamente l'intestino tenue, come la capsula endoscopica (CE), l'enterografia tomografica computerizzata (CTE), l'enterografia a risonanza magnetica (MRE), l'ecografia transaddominale e l'enteroscopia assistita (DAE). Queste tecniche sono molto efficaci nel riconoscere le lesioni del piccolo intestino e possono avere un impatto significativo sulle strategie terapeutiche. Nella maggior parte dei pazienti, la combinazione di caratteristiche cliniche, test di laboratorio, studi endoscopici e di imaging è imprescindibile per fare una diagnosi definitiva. È stato ampiamente dimostrato come la CE sia la metodica più sensibile nello studio della mucosa del piccolo intestino. Sarebbe interessante considerare che i pazienti con malattia di Crohn dovrebbero eseguire precocemente una CE per avere un'accurata stadiazione della malattia. Infatti, la CE potrebbe aiutare a valutare l'entità dell’estensione e la gravità della malattia, per considerare la perfetta gestione terapeutica. Tuttavia, sono necessari ulteriori studi prospettici, che rafforzino l'importante ruolo della CE nella gestione e nella prognosi dei pazienti con mallattia di Crohn del piccolo intestino. Ad oggi, però, al paziente affetto da malattia infiammatoria cronica intestinale, viene offerta un’assistenza non uniforme sul territorio nazionale e ciò può comportare disorientamento tra i pazienti stessi e nei confronti dei nuovi approcci gestionali di diagnosi, trattamento e di monitoraggio delle malattie stesse. A questi problemi di carattere economico/organizzativo il recente Accordo tra Governo, Regioni e Provincie autonome sul Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) nelle malattie infiammatorie croniche intestinali e i nuovi livelli essenziali di assistenza potrebbero dare una concreta.”

Lo scopo della relazione è quello di suggerire, basandosi sia sulla letteratura disponibile sia sulla discussione tra esperti, potenziali strategie per affrontare, nella pratica clinica quotidiana, i problemi irrisolti più comuni.

A chiusura del congresso, per sensibilizzare l’opinione pubblica e le Istituzioni circa le malattie infiammatorie  dell’intestino e gli aspetti relativi ai diritti di assistenza è stata organizzata la prima edizione della IG - IBD Run, la prima corsa di sensibilizzazione sulla Malattia di Chron e della Colite Ulcerosa in programma il prossimo 2 dicembre a Torino Lingotto e che vedrà la partecipazione di persone con malattie infiammatorie intestinali, medici, operatori del settore e di chiunque vorrà aderire alla competizione.

Un’iniziativa organizzata dalla Società Scientifica IG-IBD, (the Italian Group for the Study of Inflammatory Bowel Disease) che vuole far conoscere le IBD e generare attivismo civico e solidale.

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News