Usa, Cvs acquista Aetna: rivoluzione nella sanità

Aziende | Redazione DottNet | 04/12/2017 12:16

La transazione è costata 68 miliardi; mossa anti-Amazon

Aetna, la terza compagnia di assicurazione sanitaria americana, finisce nelle mani di Cvs. Il colosso delle farmacie l'acquista per 68 miliardi di dollari in un'operazione che ridefinira' l'industria sanitaria americane e rafforza le due societa' in vista dell'affondo di Amazon sul mercato dei medicinali. Cvs stima la chiusura della transazione nel secondo trimestre del 2018. In base all'accordo, gli azionisti Aetna riceveranno 207 dollari per azione, di cui 145 in contanti e il resto in titoli. Nel breve termine sono previste sinergie per 750 milioni di dollari.

''Possiamo rendere la sanita' meno costosa e piu' a portata di tutti'' afferma l'amministratore delegato di Cvs, Larry Merlo. Le nozze ''cin consentiranno di offrire ai nostri clienti un servizio migliore e un miglior accesso alle cure'' mette in evidenza il numero uno di Aetna, Mark Bertolini. Il matrimonio con Cvs segue il fallito tentativo di Aetna di convolare a nozze con la rivale Humana: l'intesa e' stata bloccata lo scorso anno dalle autorita' americane per i suoi effetti negativi sulla concorrenza e sui consumatori. Una motivazione simile ha spinto il Dipartimento di Giustizia a bloccare anche la fusione da 54 miliardi di dollari fra Anthem e Cigna.

L'attenzione e' ora su come l'antitrust americano valutera' l'operazione visto che l'unione fra le farmacie Cvs e un'assicurazione sanitaria come Aetna sono una 'prima' nel settore. Di sicuro la fusione sara' sottoposta a un attento esame. Secondo gli analisti, l'unione fra Cvs e Aetna inneschera' un nuovo risiko nel settore, rilanciando le attivita' di fusione e acquisizione, scese a livello globale quest'anno dell'8% a 2.600 miliardi di dollari fra l'incertezza politica. Le assicurazioni Anthem e Cigna potrebbero infatti valutare unioni con colossi come Walgreens e Walmart per cercare di combattere l'aumento dei prezzi dei medicinali e arginare l'ascesa dei costi legati all'Obamacare.

Gli osservatori ritengono le nozze come una possibile mossa anti-Amazon: secondo gli analisti infatti il colosso di Jeff Bezos punta al settore farmaceutico dopo aver ottenuto la licenza da 12 stati come distributore all'ingrosso di farmaci. E lo sbarco di Amazon fa paura considerati gli effetti che il suo ingresso ha avuto nelle vendite online.

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News