Ruolo delle telomerasi nei pazienti con patologie croniche

Nefrologia | Redazione DottNet | 13/12/2017 16:21

L'attività della telomerasi aumenta nei pazienti con malattie renali croniche (CKD) ed è correlata alla velocità di filtrazione glomerulare e all'indice di massa corporea.

La telomerasi è una ribonucleoproteina, un enzima che aggiunge sequenze ripetitive di DNA non codificante, al terminale 3' dei filamenti di DNA nelle regioni dei telomeri, che si trovano alle estremità dei cromosomi eucariotici, riallungando così i telomeri accorciati in modo da mantenere integri i cromosomi.

Ad oggi non sono ben noti i meccanismi molecolari di aumento della mortalità cardiovascolare in associazione con malattie renali croniche (CKD). Studi recenti supportano l'ipotesi che i fattori comuni responsabili di questo fenomeno siano l'invecchiamento cellulare e la disfunzione dei telomeri.

Lo scopo del lavoro di Kidir et al., è stato quello di indagare la relazione tra l'attività delle telomerasi e degli stadi della CKD. Lo studio ha incluso 120 pazienti in stadio CKD 2-5D, 30 pazienti di ogni stadio e 30 volontari sani senza alcuna malattia nota.

L'attività delle telomerasi nelle cellule mononucleate del sangue periferico (PBMC) è stata misurata usando il saggio TRAP. I risultati hanno mostrato una differenza significativa per l'attività delle telomerasi in PBMC tra i diversi gruppi di pazienti. Il gruppo di controllo sano mostrava i livelli più bassi (0,15 ± 0,02) ei pazienti in stadio 2-5D mostravano i livelli più alti (0,23 ± 0,04). Nei pazienti con malattie renali croniche, l'attività della telomerasi nelle cellule mononucleate del sangue è correlata:

- positivamente allo stadio della patologia, alla creatinina sierica, ai livelli di potassio e di paratormone;

- negativamente alla velocità di filtrazione glomerulare stimata (eGFR), all'indice di massa corporea (BMI), alla conta piastrinica e ai livelli sierici di calcio.

Secondo l'analisi di regressione lineare, la maggiore attività delle telomerasi nei pazienti con insufficienza renale cronica, unitamente a eGFR e BMI, sono valori predittori indipendenti. L'attività della telomerasi in PBMC aumenta con l'avanzamento dello stadio della CKD.

 

Fonti bibliografiche:

Kidir et al. Nefrologia 37 (6), 592-597. 2017 Jul 11.

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News