Manovra, ecco le novità per la sanità

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 20/12/2017 21:40

Dai Lea alle retribuzioni individuali di anzianità. Oggi in discussione

Dal rinvio della direttiva 'Bolkestein' agli sgravi per le assunzioni di rifugiati nelle coop sociali, passando per assunzioni nel mondo della scuola e dei conservatori e per una pioggia di micro misure: sono tantissime le novità approvate nel corso dell'ultima maratona notturna in commissione Bilancio che ha concluso l'esame della manovra. Il ddl sarà da oggi all'esame dell'Aula di Montecitorio.

Più margini di spesa per il personale del Ssn per le Regioni a posto con i conti e con i Lea
Le Regioni virtuose in alternativa all’adempimento in vigore di graduale riduzione della spesa del personale per un importo pari a quello della spesa dell’anno 2004, decurtata dell’1,4%, si introduce una possibile alternativa e cioè "il rispetto del tetto massimo determinato dalla spesa media del personale del Ssn relativo al triennio di osservazione 2015 – 2017, oltre al rispetto dell’equilibrio, ovvero un’oscillazione massima non superiore allo 0,8% rispetto all’obiettivo da perseguire".
 
Banda dati DAT
Viene istituita una banca dati per le DAT andando così a completare quanto già previsto dalla legge sul biotestamento di recente approvata in via definitiva dal Senato. Per questo è stata prevista una copertura economica di 2 milioni.
 
Danneggiati emotrasfusioni "iure proprio"
Viene stanziato 1 mln per il risarcimento agli eredi dei danneggiati da emotrasfusione.
 
Retribuzione individuale di anzianità (Ria)
Per valorizzare la presenza presso le strutture del Ssn del personale della dirigenza, con riferimento alla Ria, il Fondo sanitario nazionale viene incrementato di  30 mln nel 2019,  35 mln nel 2020,  40 mln nel 2021,  43 mln nel 2022,  55 mln nel 2023,  68 mln nel 2024,  80 mln nel 2025  e  86 mln a decorrere dal 2026. Queste risorse saranno destinate a incrementare il Fondo per il trattamento economico accessorio della dirigenza medica, sanitaria e veterinaria.
 
Piramide ricercatori
Permette la stabilizzazione dei precari degli Ircs e degli istituti zooprofilattici e prevede un percorso a tappe. Un contratto a tempo determinato per ricorcatori e per le figure professionali di supporto della ricerca della durata di 5 anni rinnovabili per altri 5 una sola volta e successivo possibile passaggio a tempo indeterminato nel servizio sanitario. Nel frattempo sono prorogati i contratti in essere.  Sono stanziati  19 mln per 2018,  50 mln per il 2019  e  70 mln per il 2020  e  90 mln per 2021. 

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News