Ucb, entrate stabili nel 2008 a 3,6 mld euro

Aziende | Redazione DottNet | 10/03/2009 13:19

Nonostante la recente perdita del brevetto sull'antistaminico blockbuster Zyrtec*(cetirizina) negli Stati Uniti, dopo un anno di intensa battaglia con le aziende produttrici di farmaci generici, la belga Ucb chiude il 2008 con entrate stabili pari a 3,6 miliardi di euro, in calo dell'1% rispetto allo scorso anno.

L'azienda - riporta una nota - ha comunque ottenuto sette autorizzazioni regolatorie al commercio in Usa, Europa e Giappone, incluse tre nuove entità molecolari che verranno lanciate Oltreoceano. "Ucb - sottolinea Roch Doliveux, Chief Executive Officer - ha chiuso un anno molto significativo. Siamo stati in grado di raggiungere entrate stabili anticipando l'effetto della scadenza della protezione commerciale di Zyrtec* e dell'anti-epilettico Keppra* (levetiracetam) negli Usa, scadenza che è scoccata rispettivamente a dicembre 2007 e a novembre 2008". Per il 2009 i profitti netti dovrebbero superare i 130 milioni di euro. "Con il lancio di nuovi programmi ad hoc per dare impulso alla competitività - conclude Doliveux - Ucb continuerà il suo cammino verso la trasformazione in un'azienda biofarmaceutica concentrata su malattie gravi del sistema nervoso centrale e immunologiche".
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato