Il 15% di chi usa antinfiammatori supera le dosi massime

Farmaci | Redazione DottNet | 11/02/2018 17:03

Lo afferma uno studio pubblicato da Pharmacoepidemiology & Drug Safety

Troppo ibuprofene e più in generale troppi antidolorifici della famiglia degli antinfiammatori non steroidei (FANS) assunti dalla popolazione adulta: per il 15% di loro si eccedono le dosi raccomandate giornaliere.    È il dato che arriva da uno studio sulla rivista Pharmacoepidemiology & Drug Safety condotto da David Kaufman della Boston University. L'abuso di questi farmaci aumenta il rischio di seri effetti collaterali come emorragie interne e infarti. I risultati dello studio evidenziano quindi un potenziale svantaggio di vendere questi medicinali come farmaci da banco senza obbligo di ricotta medica.  I FANS sono tra le medicine più usate al mondo, sottolinea Kaufman. Essendo farmaci da banco si prestano al 'fai-da-te', con ovvi pericoli per le persone che li assumono; infatti questi medicinali sono associati a rischio di emorragie gastrointestinali e rischio di infarto.

La ricerca ha coinvolto 1326 adulti che avevano assunto un Fans molto noto, l'ibuprofene, nell'ultimo periodo. I partecipanti hanno compilato online un diario settimanale dei farmaci assunti ed è emerso che il 15% dei partecipanti aveva ecceduto le dosi giornaliere raccomandate.    È emerso inoltre che il 55% dei partecipanti ha assunto ibuprofene almeno tre volte nella settimana dello studio, il 16% lo ha assunto tutti i giorni. Inoltre, il 37% di loro ha riportato di aver assunto almeno un altro Fans durante quella settimana, più spesso aspirina o naproxene.    Secondo Kaufman potrebbe essere opportuno non vendere questi medicinali come farmaci da banco ottenibili senza ricetta e magari optare per analgesici più sicuri come il paracetamolo.

 

fonte: Pharmacoepidemiology & Drug Safety

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News