Creato polmone portatile, potrebbe essere alternativa a trapianto

Redazione DottNet | 12/03/2009 16:45

trapianto

Arriva il polmone 'portatile', ultima nuova conquista della scienza. Messo a punto dai ricercatori dell'università di Swansea (GB), potrà aiutare i pazienti con problemi respiratori a condurre una vita normale. L'apparecchietto, che ossigena il sangue fuori dall'organismo prima che passi attraverso i polmoni, potrebbe essere un'alternativa al trapianto, sottolinea l'equipe, aggiungendo però anche che "ci vorranno diversi anni prima che sia disponibile" sul mercato.

Il polmone portatile, grande quanto un portaocchiali, intanto è stato promosso dai pazienti, che ne hanno visto il funzionamento. Del resto il dispositivo promette di rivoluzionare le loro vite, soprattutto di quelli che soffrono di enfisema e fibrosi cistica.
L'organo artificiale mima la funzione di quello normale: fa entrare ossigeno ed elimina l'anidride carbonica dal sangue. La scoperta nasce da una brutta esperienza personale. L'idea è venuta a Rhodri Williams, il professore a capo della ricerca, dopo la morte del figlio per fibrosi cistica.