Bioshopper, Contarina (Federfarma) a Federconsumatori: accuse faziose

Farmacia | Redazione DottNet | 10/04/2018 21:25

"Le farmacie applicano prezzi diversi ma sicuramente ben più bassi, che oscillano tra i 2 e i 5 centesimi"

Federfarma contro Federconsumatori sulla questione shopper: nelle settimane scorse il Consiglio di Stato ha dato il via libera al consumatore per utilizzare il proprio sacchetto biocompostabile nell'ottica di far risparmiare gli utenti. In quell'occasione l'associazione aveva tirato in ballo le farmacie che speculerebbero sul prezzo applicato alle bioshopper. Secondo l’associazione, dunque, l’interpretazione del CdS potrà contribuire ad “arginare i fenomeni speculativi denunciati dai cittadini soprattutto nelle farmacie”. Accusa, questa, che trova il disappunto della categoria dei farmacisti e che, come spiega il vicepresidente di Federfarma, Vittorio Contarina Non rispecchia assolutamente la realtà. Federconsumatori riferisce di fatti circoscritti, generalizzando così il fenomeno. Sono accuse faziose e strumentali che non tengono conto della realtà”. E Contarina aggiunge che volendo parlare di statistiche, dovrebbero allora considerarsi “i prezzi dei supermercati dove le bioshopper sono vendute a 12-16 centesimi già da tempo, prima ancora che passasse la nuova norma». Le farmacie chiarisce Contarina “applicano prezzi diversi ma sicuramente ben più bassi, che oscillano tra i 2 e i 5 centesimi e se ci sono casi isolati che applicano il prezzo denunciato dai consumatori, c’è la stragrande maggioranza che invece mantiene il costo nella media e che, pur di non sovraccaricare il cittadino, utilizza i sacchettini di carta”.

 

fonte: federfarma

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News