Farmaci sfusi in farmacia, il Consiglio della Toscana approva

Farmaci | Redazione DottNet | 18/04/2018 19:38

Incentivare anche il ricorso a dosi mirate all'esatta necessità per il paziente

La Giunta toscana si impegni a attivarsi per promuovere la vendita di farmaci sfusi nelle farmacie e incentivare il ricorso a dosi mirate all'esatta necessità prevista dalla cura. Lo chiede una mozione di Sì Toscana a sinistra, approvata oggi dal Consiglio regionale.

"Un atto importante per rendere più efficiente la spesa farmacologica, sia nelle strutture ospedaliere sia nelle famiglie - commentano in una nota i consiglieri regionali Paolo Sarti e Tommaso Fattori -, nel solco della campagna di sensibilizzazione promossa dalla rivista ecologista 'People for Planet' e dei principali studi ed esperienze internazionali. La somministrazione di farmaci sfusi in farmacia è ormai una realtà in molti paesi, ora è tempo di cambiare anche nel nostro paese".

La mozione chiede anche "la piena attuazione alla legge 166 del 2016 per consentire la donazione di medicinali non utilizzati alle onlus per finalità sociali e che tali disposizioni siano estese anche ai farmaci a uso veterinario". Per Fattori e Sarti, "si deve anche promuovere una proficua collaborazione tra medici, farmacisti e aziende produttrici per diffondere prioritariamente la vendita di farmaci sfusi e rendere disponibili confezioni dei farmaci calibrate sulle necessità terapeutiche, prevedendo l'introduzione di pacchetti personalizzati e dosi unitarie".

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News