Maxi-studio smentisce possibili benefici del vino nelle donne

Redazione DottNet | 19/03/2009 16:24

Cattive notizie per le amanti del 'succo d'uva'. Pasteggiare con bicchieri di bianco o di rosso non fa differenza: il vino si rivela, infatti, nemico della salute del seno. Che sia color rubino oppure biondo dorato, l'elisir di Bacco aumenta nello stesso modo il pericolo di cancro al seno. Lo concludono i ricercatori americani del Fred Hutchinson Cancer Research Center, descrivendo su 'Cancer Epidemiology, Biomarkers and Prevention' il più vasto studio condotto su questo argomento.

"Volevamo indagare sull'effetto del vino rosso per il rischio di cancro al seno, perché si sospettava che potesse apportare qualche beneficio, come accade per le malattie cardiovascolari e il cancro della prostata", spiega Polly Newcomb, responsabile del programma di prevenzione oncologica del centro Usa. "In generale - ricorda la ricercatrice - il consumo di alcolici aumenta il pericolo di cancro al seno, ma ci chiedevano se il vino rosso non potesse avere, invece, un effetto positivo". Ebbene, numeri alla mano alla fine gli scienziati non hanno individuato alcun motivo per spingere l'altra metà del cielo a preferire il Chianti allo Chardonnay.