Cancro seno, Italiani scoprono la molecola della metastasi

Redazione DottNet | 19/03/2009 17:02

E' tutta italiana la scoperta di una sostanza 'spia' del rischio di metastasi nelle donne con cancro al seno. La molecola si chiama FOXP3 ed è stata identificata a Milano, grazie a uno studio condotto da scienziati della Fondazione Irccs Istituto nazionale tumori (Int) e dell'Università degli Studi, pubblicato sul 'Journal of Clinical Oncology'. Una ricerca che apre la strada a cure personalizzate.

Circa 40 mila Italiane l'anno si ammalano di tumore della mammella - si legge in una nota Int-università - un certo numero di queste pazienti, anche se sottoposte a chemioterapia post-operatoria, svilupperà metastasi tumorali. Analizzando il tessuto neoplastico ottenuto da oltre 300 donne operate per cancro al seno, il team meneghino ha individuato una molecola associata alla probabilità di sviluppare metastasi: se FOXP3 è presente il rischio è maggiore, se manca è minore il pericolo che la malattia 'colonizzi' altri tessuti. La scoperta, finanziata dall'Associazione italiana per la ricerca sul cancro (Airc), è frutto della collaborazione tra l'Unità operativa Bersagli molecolari dell'Irccs di via Venezian, diretta da Elda Tagliabue, ed il gruppo di Andrea Balsari, Docente di Immunologia in Statale.

 


 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato