Una dieta con pochi carboidrati aiuta a tenere a bada il diabete 1

Diabetologia | Redazione DottNet | 07/05/2018 15:31

I pazienti hanno migliori valori di glucosio e usano meno insulina

Una dieta con un bassissimo contenuto di carboidrati, in aggiunta all'insulina, è in grado di tenere sotto controllo il diabete di tipo 1. Lo afferma uno studio, ancora su un piccolo numero di pazienti e di tipo osservazionale ma considerato molto promettente, pubblicato dalla rivista Pediatrics. I ricercatori del Boston Children's Hospital hanno reclutato alcune centinaia di soggetti dal gruppo Facebook TypeOneGrit, formato da genitori i cui figli seguivano una dieta 'very low carb' descritta in un libro pubblicato da Richard Bernstein, uno degli autori. Per 138 pazienti, il 42% dei quali bambini, è stato possibile confermare sia la diagnosi che le misure di controllo della glicemia attraverso una cartella clinica elettronica.

I partecipanti hanno riportato un consumo di carboidrati di 36 grammi al giorno, il 5% delle calorie totali invece del 45% raccomandato dalle linee guida internazionali. Il valore dell'emoglobina glicata, uno dei principali metodi di controllo del glucosio, è risultato del 5,67%, mentre in media per un paziente è dell'8,2% e l'obiettivo delle terapie è portarla sotto il 7%. Sempre secondo il report dei partecipanti al gruppo ai pazienti a dieta era necessaria una dose di insulina più bassa della media, e anche i livelli di sensibilità all'insulina e di altri parametri sono risultati più vicini alla norma. "Questo studio è solo osservazionale - ricordano gli autori -, ma l'ipotesi merita dei test clinici approfonditi. Qualunque variazione della dieta per i pazienti per il momento va comunque discussa con il proprio medico".

Fonte: pediatrics

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News